All I Need Is a Ball

Elena Molina - Spagna - 2020 - 17’
ANTEPRIMA ITALIANA

La missione di Paloma Pujol, freestyler lesbica, è creare una lega di donne freestyler in Spagna. Prima della sua campagna, era l’unica nel suo Paese, contro un centinaio di uomini, ma il suo impegno verso le giovani donne attraverso i social media e i tutorial hanno incoraggiato sempre più ragazze a imparare questa specialità. Benché non privi di contraccolpi, gli sforzi pionieristici di Paloma stanno rompendo gli stereotipi legati al genere.

Camille et moi

Marie Cogné - Francia - 2020 - 19’

Camille e Marie sono innamorate. Seguiamo la loro storia d’amore dal 2003 ad oggi, attraverso vari momenti chiave, dal coming-out al matrimonio, dalla nascita di un figlio concepito attraverso l’inseminazione artificiale in Belgio alle lotte per i diritti degli omosessuali in Francia.

êmîcêtôsêt: Many Bloodlines

Theola Ross - Canada - 2020 - 11’
ANTEPRIMA ITALIANA

La regista cree o, in lingua cree “nehiyawak”, una delle popolazioni native più diffuse del Canada, e la sua compagna bianca di origine europea documentano la loro gravidanza, dalla ricerca di un donatore indigeno e di una ostetrica alle loro preoccupazioni sulla difficoltà di crescere una creatura nel rispetto di entrambe le culture come coppia queer interraziale, ma la gioia di averla insieme dà loro il coraggio di superare ogni ostacolo.

Why Did She Have to Tell the World?

Abbie Pobjoy - Australia - 2020 - 27’
ANTEPRIMA EUROPEA

Francesca Curtis e Phyllis Papps sono molte cose: ricercatrici, scrittrici, femministe radicali, amanti. Sono anche la prima coppia lesbica ad avere fatto coming out alla televisione nazionale australiana circa 50 anni fa. Mettendosi completamente in gioco, Phyllis e Francesca apparvero in un’intervista sul lesbismo alla ABC TV nell’ottobre del 1970, diventando il volto del cambiamento e membri del primo gruppo politico per i diritti, le Daughters of Bilitis, ora conosciuto come Australasian Lesbian Movement, il primo forum di donne lesbiche ad aprirsi all’esterno e a parlare di sessualità. Ora, negli ultimi anni delle loro vite, con problemi fisici incombenti, le due donne fanno luce sulle barriere che ancora impediscono loro di essere viste come coloro che sono state, prima che sia troppo tardi. Con la loro storia che attraversa decadi di emergente movimento lgbtq+, la coppia racconta il suo contributo ad uno dei più grandi cambiamenti della storia australiana e rifiuta di diventare invisibile mentre il Paese garantisce diritti civili quali il matrimonio e un futuro pieno di speranze.